Seguimi anche su: Aggiungimi al gruppo   Visualizza i miei video   Seguimi su twitter

Subito dopo che abbiamo iniziato a fumare la prima sigaretta e abbiamo quindi scavalcato letteralmente le difese dell'organismo il quale lentamente si è abituato (Anestesia Ipnotica), si formano le associazioni mentali semplici (abitudini). Queste associazioni sono le prime a strutturarsi e non sono altro che il prodotto della nostra cultura: impariamo infatti a fumare dopo il caffè, dopo i pasti, durante le pause, dopo un acquisto o dopo una birra ecc. Tali apprendimenti vengono trasmessi in gran parte da film e dall'emulazione di altri. A questo punto il nostro corpo associa lo stesso significato che queste situazioni hanno, pertanto: alla sigaretta dopo il caffè si assocerà rilassamento, a quella dopo i pasti digestione e benessere ecc...
Una volta acquisite, queste associazioni sono come locatori di appartamenti: necessitano di riscuotere l'affitto. Ma questo non avviene mensilmente, bensì giornalmente, anzi, talvolta ogni 15/20 min. Queste semplici situazioni quotidiane non sono più indipendenti. Anche se non fumiamo o ci sforziamo di non farlo sentiremo comunque il bisogno. Ecco spiegate le numerose ricadute nel fumo.
ASSOCIAZIONI MENTALI COMPLESSE
Nel corso del tempo, le associazioni divengono più complesse. Non sono più delle associazioni a rituali ma acquisiscono maggiore importanza. A questo punto si impara ad associare un proprio stato emotivo alla sigaretta, pertanto si inizia a fumare quando siamo nervosi e stressati ma anche quando siamo felici e rilassati. Queste associazioni sono molto più ostinate da modificarsi proprio perché le emozioni non sono controllabili. Non possiamo decidere quando essere arrabbiati, stressati o felici. Spesso ci troviamo a subire queste emozioni. Anche in questo caso, una volta acquisite tali associazioni, non siamo più liberi di vivere un emozione senza la "stampella" della sigaretta. Ad ogni minimo cambiamento di stato emotivo sentiamo bisogno della sigaretta: quando ci riposiamo , quando conosciamo persone nuove, quando siamo rilassati o nervosi. Anche se non fumiamo o ci sforziamo di non farlo sentiremo comunque il bisogno. Come diceva Mark Twain : Smettere di fumare è facilissimo, lo so perché l'ho fatto un migliaio di volte.
IL CONTRIBUTO DELL'IPNOSI
Tramite una consulenza ipnotica effettuata da una professionista qualificato è possibile intervenire sull'apprendimento inconscio che è all'origine dell'associazione. Scopo della suggestione ipnotica è scollegare la sigaretta dalle situazioni quotidiane; successivamente fornire nuovi apprendimenti alternativi e più salutari. Una volta che la separazione è avvenuta la persona può vivere la singola situazione quotidiana senza sentire il bisogno della sigaretta. Senza pagare per vivere le situazioni normalmente.

Operativamente:
  • Nel primo incontro vengono individuate le associazioni mentali inconscie semplici e complesse
  • Le associazioni vengono trattate singolarmente nelle 3 sedute ipnotiche successive
  • Vengono fornite delle suggestioni ipnotiche individualmente calibrate sulla persona; non esiste un protocollo fisso.
  • Contemporaneamente viene svolto anche un lavoro "razionale" sulle convinzioni del cliente le quali devono essere allineate con l'obiettivo finale.
  • Sempre a livello razionale si analizzano i vari tentativi di smettere e le relative motivazioni.
  • Infine vengono eseguite delle sedute ipnotiche specifiche per simulare situazioni quotidiane senza la sigaretta in modo da fornire alla mente delle esperienze pseudo-reali.
Totale: 3 sedute ipnotiche della durata di 1 ore ciascuna

Un saluto, Dr Matteo Sinatti

Creazione siti web