Seguimi anche su: Aggiungimi al gruppo   Visualizza i miei video   Seguimi su twitter

Ipnosi
Lo stato Ipnotico è una condizione assolutamente naturale che risulta centrale nella vita di noi essere umani. L'ipnosi può essere definita come una modificazione momentanea del nostro normale stato di coscienza che facilita l'accesso alla parte inconscia della persona, all'interno della quale sono possibili alcuni cambiamenti, anche nelle aree del comportamento e abitudini acquisite.
Diciamo che noi durante il giorno, utilizziamo per gran parte del tempo la nostra mente razionale, soprattutto quando discutiamo, quando ascoltiamo, quando seguiamo il telegiornale.. questo però non ci deve far pensare che noi siamo solo la nostra razionalità, perché accanto a questa parte, esiste la nostra mente inconscia che non è altro che quella parte profonda della nostra mente dove risiedono le nostre emozioni, i nostri ricordi, le nostre intuizioni, e dove risiedono anche le radici dei nostri comportamenti e abitudini.
Come mai risulta così difficile dimagrire?
"Non si può imprigionare il piacere nei limiti di una rigida programmazione".
Si rischia di ricadere nel riproporre l'antico interrogativo relativo alla superiorità dello spirito sulle esigenze fisiche. I nostri impulsi vanno gestiti e non controllati. Questo è il motivo per cui gran parte delle diete basate su analisi chimiche e calcoli logici spesso riescono nel loro intento solo a metà; Quante volte abbiamo sentito dire frasi come: "quando ero a dieta ero dimagrita quasi 3Kg, poi però...".
Seguire una dieta è paragonabile alla palestra: se io vado in palestra l'istruttore definirà insieme a me degli obiettivi, quindi mi preparerà una tabella ben definita da seguire giorno per giorno, tuttavia se io non seguo gli esercizi indicati o peggio non mi reco proprio in palestra, gli obiettivi prefissati non verranno mai raggiunti. Ricevere una dieta, per quanto ben definita sia, non può garantire che io segua alla lettera quanto e questo accade in quanto le diete tradizionali richiedono al cliente un notevole sforzo razionale.

Il principale problema non è iniziare a dimagrire, bensì il mantenimento. Quest'ultimo prevede il raggiungimento di un ben più alto obiettivo: "il cambiamento delle abitudini alimentari apprese". Le abitudini si apprendono con il tempo e ben presto si strutturano tramite un apprendimento ipnotico naturale. A questo punto si possono sentire frasi del tipo: "senza il dolce mi sembra di non aver mangiato!" oppure "a colazione riesco a mangiare solo ...". Queste affermazioni denotano delle abitudini consolidate che in caso di privazione fanno sentire la propria voce; basterà pertanto un momento di debolezza che i nostri sforzi verranno vanificati.
Che dire riguardo al metabolismo?
"Non si ingrassa leccando i muri!".
È opinione comune che non si ingrassa se si mangia poco e in maniera equilibrata. Costantemente però si sentono testimonianze di persone che affermano di ingrassare mangiando pochissimo. Questo concetto introduce un nuovo elemento: il metabolismo. Il nostro organismo è una macchina sofisticatissima e l'evoluzione ha reso questa macchina ancora più complessa, tanto da proteggerci anche da eventuali carestie. Questo è il grosso problema delle persone che ingrassano con niente: il loro corpo si abitua a trattenere riserve di cibo e consumare pochissimo. Tutto questo a causa di numerosi periodi di dieta "fai da te" in cui vi era una vera e propria astensione verso il cibo.
Convincere il proprio corpo che può ricominciare a bruciare in maniera regolare diviene allora molto difficile. Risulta necessario lavorare sulle proprie convinzioni per ristabilire un allineamento con il proprio corpo.
Gli alimenti buoni coincidono con quelli cha fanno bene?
Dalla ricerca emerge che gli alimenti perfetti per lo stomaco dell'essere umano sono: verdura, frutta, cereali, ortaggi e legumi. Del resto l'essere umano deriva dalle scimmie e le scimmie non mangiano cioccolata! Questo non significa che il nostro corpo non sia in grado di mangiare di tutto, ma è evidente che lo sforzo digestivo e il rapporto scarto-assimilato varia notevolmente. Il problema è che gli alimenti che ci fanno realmente bene sono considerati un "contorno" rispetto ad altri cibi ben più attraenti.
La dieta povera è considerata la più salutare ma a causa della nostra civiltà evoluta in cui tutto è a disposizione, ciò che prima era considerato un alimento di eccezione, adesso è a completa nostra disposizione. Con il tempo la nostra mente si abitua a mangiare determinate pietanze così come ci si abitua al gusto del caffè, della birra e delle sigarette. Ben presto le associazioni mentali inconscie si strutturano e a quel punto il nostro corpo ne sente il bisogno. Le nostre abitudini mentali non permettono più un autocontrollo dei propri impulsi e il risultato è:
Diventa realmente complesso dimagrire con una dieta soltanto a livello razionale e con la forza di volontà.
Come si può cercare di controllare ciò di cui non si ha il controllo? Provate a dire a qualsiasi bambino: "ho una cosa per te... però non puoi averla!". Se stiamo parlando di esseri umani e non di alieni allora la reazione sarà sicuramente un desiderio spropositato verso la cosa che non si può avere. Ciò avviene anche con gli alimenti che sono stati associati mentalmente al piacere e che vengono vietati o limitati o prescritti solo in alcuni giorni.
ECCO COME L'IPNOSI PUO' AIUTARE A
DIMAGRIRE



Creazione siti web