Seguimi anche su: Aggiungimi al gruppo   Visualizza i miei video   Seguimi su twitter


« Torna indietro

Attraverso un’analisi sistematica dei discorsi di grandi comunicatori mi è stato possibile creare un modello replicabile di strategie linguistiche

Hai mai avuto la sensazione di non riuscire a farti capire?

Di subire e rimanerci male quando devi parlare con qualcuno?

Di non riuscire a difenderti di fronte a giudizi o accuse gratuite?

 

 

 

Il debate è una disciplina che insegna ad argomentare, contro argomentare, confutare e difendersi attraverso strategie comunicative molto particolari.

Esso è soprattutto un modo per coloro che hanno opinioni contrastanti di discutere di questioni controverse,  senza cadere nel conflitto e nel litigio, sostendendo il proprio punto di vista con buone abilità comunicative.

Purtroppo non tutti sono onesti nell'affrontare simili discussioni, ovvero rispettando i punti di vista e essere disponibili a visioni diverse, ciò comporta quel fenomeno, molto diffuso, di AGGRESSIONE VERBALE che tanto riesce a far soffrire e destabilizzare chi non riesce a controbattere. 

In pratica, vale il detto: "Non discutere mai con uno stupido, ti porta al suo livello... e ti batte per esperienza!".


A chiunque, almeno una volta, è capitato di rimanere coinvolto in simili conversazioni e rimanerne ferito, anche dopo giorni, e ripetere a se stesso quello che avrebbe dovuto dire e sostenere, ma che al momento, a causa delle proprie emozioni, non è riuscito a intavolare. Questo fenomeno prende il nome di sequestro emotivo e consiste nel farsi rapire da rabbia, tristezza e impotenza lasciando che tali emozioni guidino la conversazione a scapito della ragione.

 

Significa cadere nel tranello. 



 

La cosa che molti non riescono a capire è che le persone che arrivano ad aggredire verbalmente, nella maggior parte dei casi non sono disposte a discutere, bensì solo ad imporre e a sfogarsi. Dunque diviene inutile provare a giustificarsi o a spiegare le proprie ragioni.

Quello che invece sarebbe necessario fare è una cosa molto semplice ma molto efficace: costringere la persona a riformulare ciò che ha detto in precedenza abbassando i toni.

Ciò è possibile con delle semplici frasi di difesa verbale, capaci di rimandare indietro l'accusa o il giudizio costringendo l'interlocutore a riformulare.

Ecco che in questo modo si riporta elegantemente la discussione in toni propostivi e costruttivi.

Semplici frasi che devono essere rese però automatiche nella propria mente inconscia. Il tutto deve avvenire spontaneamente, senza troppo pensarci.

Perchè può essere importante apprendere ad avere il controllo di una conversazione, mantendendo un clima comunicativo positivo? 

Nel mio lavoro di psicologo ho potuto constatare come le abilità comunicative siano di estrema importanza, non solo per farsi intendere, ma soprattutto per mantenere salda la propria AUTOSTIMA

Se una persona non riesce a farsi capire o a sostenere una propria idea e sente di subire il linguaggio di qualcuno, ecco che lentamente, nel corso del tempo, tali frustrazioni vanno ad intaccare la propria identità, cristallizzando la propria impotenza

E' così che si assiste spesso ad un fenomeno sociale molto subdolo: il sentirsi in diritto giudicare, accusare e dispendere buoni consigli dall'alto

 

Non tutti sanno che questo fenomeno è una vera e propria MANIPOLAZIONE MENTALE.

E' come se gli altri si accorgessero di avere una sorta di potere nei confronti delle persone più sensibili, e si sentissero legittimati ad usare modalità aggressive dando per scontato e pretendendo qualsiasi cosa.

Perchè questo avviene? Per il semplice fatto che facendo così hanno visto che funziona! 

Di contro, avere la capacità di difendersi e riuscire a rimandare indietro giudizi e accuse, consente di provare quella dolce sensazione di essere capaci di farsi intendere e di avere una buona personalità. Una sorta di terapia comunicativa!

Attraverso un’analisi sistematica dei discorsi di grandi comunicatori e del linguaggio ipnotico, mi è stato possibile creare un modello replicabile di strategie linguistiche capaci di sostenere qualsiasi confronto, senza cadere nelle proprie debolezze. Ciò implica imparare a sapere cosa dire, in ogni circostanza critica.

Significa sviluppare capacità linguistiche per non farsi aggredire e trasmettere ciò che si ritiene importante, migliorare il proprio autocontrollo e, non ultimo, come abbiamo detto, l’autostima.

 

Oltre alle modalità di difesa verbale esiste anche un'altra branca, estremamente propositiva, che prende il nome di RETORICA PERSUASIVA. 

Significa dunque persuadere in maniera sottile, argomentando bene.

E' un classico esempio di "soft skill" o "life skill", cioè di competenza trasversale, ma fondamentale in ogni contesto, non strettamente legata a un sapere nozionistico o culturale.

Questo aspetto è poco considerato in Italia, dove invece viene data priorità a ciò che si sa, e non a come comunicarlo e sostenerlo.

Sotto questa luce, apprendere tali competenze vuol dire imparare a "stare al mondo”, mettendo in campo la propria identità passando dalla propria comunicazione.

in Italia non mancano esempi di dibattito, visto che in TV vengono continuamente invitati esponenti di partiti politici o esperti per parlare di varie tematiche.

Uno degli scopi di questa materia è quello di liberarsi proprio dai cattivi esempi televisivi e imparare a difendersi e controbattere in maniera elegante. 

Significa avere il controllo consapevole (verbale e non verbale) di una conversazione.

Sarà possibile dunque allenare la propria mente a considerare le posizioni contrarie alla propria, senza perdere lucidità e senza fossilizzarsi in strenue difese delle proprie convinzioni, perchè ciò significherebbe mostrare debolezza.

Durante questo training è fondamentale immaginare quali saranno i processi mentali ed emotivi che guidano la parte "avversaria", nonché porre sotto controllo i propri. 


Se desideri approfondire l'arte della comunicazione e la difesa verbale questo è il corso che stavi aspettando

 

 

MASTER IN COMUNICAZIONE SUBLIMINALE

 

 

 


 

Dott. Matteo Sinatti 

Dott. in PsicologiaIpnotista, Formatore, Consulente in comunicazione, Scrittore

Master Trainer in Comunicazione Subliminale e Emozionale

Socio ordinario dell’AIPNL (Associazione Italiana di Programmazione Neurolinguistica),  

Mental Coach presso Arezzo Calcio Femminile e altre società sportive.

Consulente dello sport e formatore presso UISP sezione arbitri - Toscana

Visualizza il cv esteso

Creazione siti web